Over 80 «versus» On. Valducci


A Francesco Azzigana, Imbianchino di Sant'Antonio di Gallura

Patente negata, si impicca a 86 anni (da: La Nuova Sardegna)

 
 

Il Parlamento della XVI Legislatura ha introdotto la più originale ed inimmaginabile italica discriminazione Biodemografica. Non ha tenuto conto, infatti, di un Insegnamento fondamentale della Biostatistica. Ovvero che  – in ogni caso –  l’Età anagrafica dev’essere valutata in funzione dell’Età biologica perché, come realtà demografica vuole, molti di noi anagraficamente giovani sono biologicamente vecchi e, viceversa, molti di noi anagraficamente vecchi sono biologicamente giovani.


Vero è, infatti, che il  29 Luglio 2010, con il Nuovo Codice della Strada, ha sancito di fatto, per Legge, che la Vecchiaia è una Malattia e, per giunta, Invalidante; tanto da essere, ai fini della Patente, pericolosa per l’integrità di tutti e di ciascuno.


Pertanto – nell’attesa di realizzare le Grandi Riforme quotidianamente invocate – ha voluto e saputo introdurre nel nuovo Codice della strada una vera e propria «perla giuridica». Quella, appunto, che – ai fini del Rinnovo della Patente di Guida – riconosce soltanto ad apposite Commissioni Mediche Locali il compito di concedere il Rinnovo della Parente di Guida a coloro che anagraficamente hanno raggiunto la terza età. Con più ossessivo e specifico trattamento per gli Italiani che hanno ed avranno il torto di appartenere al “fastidioso” popolo degli «Over Ottanta».

Fastidioso – evidentemente – perché: percepisce pensioni da lavoro (previo sudato versamento di adeguati contributi per almeno 35 anni); perché consuma più farmaci; perché lamenta una triste quanto ingiusta e “ignorata” solitudine. Popolo degli «Over Ottanta» però, da sempre, socialmente e sfrontatamente sfruttato quando si assume l’onere: di surrettizio ammortizzatore sociale a vantaggio dei tanti – giovani bamboccioni del tutto “involontari” – in cerca di lavoro; di utile “idiota” quando svolge “volontariamente” compiti non garantiti da chi di dovere (nonni vigili, nonni sostituti dei genitori che lavorano, e così di seguito).


Salento Vivo intende evidenziare, con il presente documento,  perché appare urgente (e non solo) abolire le errate, ingiuste e penalizzanti incongruenze della Legge 29 Luglio 2010/120. Ciò a tutela di Soci, Amici, Simpatizzanti e di quanti altri interessati alla serenità del Popolo degli «Over Ottanta» vorranno “condividere”.


Un popolo che al 31 dicembre 2009 già contava 3.477.727 “anime”. Entità demografica questa che va moltiplicata almeno per 5 se, correttamente, si aggiungono i familiari direttamente o indirettamente colpiti in negativo dal sorprendente provvedimento realizzato su iniziativa dell’On. Valducci ormai – ne è pieno il web – assai sgradito a moltisimi italiani «specialmente» se appartenti al suo PDL.


Infatti, se agli “Over 80» si aggiungono correttamente: coniugi, figli, nipoti, fratelli, cugini, cognati ... e “collegati” si raggiunge un insieme di almeno 17.000.000 (diciasettemilioni: il 34% dell’Elettorato) di Italiani. Italiani sui quali si scarica, inesorabilmente, l’onere morale di sopperire alle molteplici e complesse conseguenze di vario ordine e grado derivanti dalla negata facoltà agli «Over 80» di mantenere alle “stesse condizioni” previste per gli «altri» di raggiungere da Conducenti autonomi: il Posto di lavoro, il Centro abitato, gli Uffici pubblici e privati (anagrafe, posta, banca, agenzie di assicurazione, biglietterie varie), la Chiesa per pregare, il Cimitero per portare un fiore, il Centro commerciale, il Teatro, la Spiaggia, i Luoghi di cura, gli Amici e quant’altro.


34% che – per effetto dell’«impresa» – paventa o gradisce (a seconda della personale preferenza politica) – una notevole perdita di consensi per il «partito dell’amore».


Considerazioni queste invano rappresentate tramite web (e.Mail varie, Sito: http://web.me.com/sims.sims alla pagina Politica e Salute) e mediante organi di stampa (vedi:  ANXA n° 7-8/2010, pag. 24) all’On. Valducci e a quanti altri, perché detentori del potere decisionale in merito, avevano comunque il dovere di tenerne conto. Esattamente il 1° luglio 2010, quindi in tempo utile per evitare un provvedimento:

• non conforme al dettato costituzionale (art. 3) in virtù del quale la legge «dovrebbe» essere uguale per tutti;

• sbagliato, ingiusto, discriminante e per non pochi aspetti addirittura vessatorio.

 
Realizzato con un Mac

Vero è appunto che dai media dianzi precisati, tra l’altro, si rilevava:


““”“ L’On. Mario Valducci del PdL, Laurea in Economia Aziendale, conta 17 anni (oggi 18) di esperienza parlamentare (iniziata nel 1993, all’età di 31 anni) ed è Presidente della Commissione Trasporti. Ne consegue che la sua iniziativa «versus» gli «Over 80» potrebbe anche andare in porto .

Il Dottore in Economia Aziendale conosce certamente bene i Fondamenti della Statistica, tuttavia l’On. Mario Valducci del PdL potrebbe non averne tenuto adeguatamente conto prima di formulare la sua innovativa Ipotesi legislativa «versus» gli «Over 80».

In tal senso appare, infatti, orientata la constatazione che ormai da tempo al significa-tivo incremento della popolazione «Over 80» corrisponde sistematicamente il significativo calo degli Incidenti Stradali e dei conseguenti Morti.”“”


A conferma di ciò venivano riportati i dati più significativi della dettagliata Analisi statistica ufficiale (Pubblicazione: ACI e Istat 2009) degli Incidenti Stradali registrati nel 2008.


Analisi statistica che con assoluto rigore scientifico dimostrava come e quanto l’invec- chiamento della popolazione (con particolare riferimento agli «Over 80») contribuisca anno dopo anno, senza soluzione di continuità, al virtuoso calo e degli Incidenti Stradali e dei drammatici effetti (Morti e Feriti) degli stessi.

Realtà questa che non solo contraddiceva i presupposti del “Codice Valducci” ma ne evidenziava inequivocabilmente l’inutile, assurda discriminazione ed i crescenti giusti risentimenti che lo stesso non può non generare.


Purtroppo di tutto ciò il Parlamento non ha saputo tenere adeguatamente conto perchè è riuscito soltanto a contenere parzialmente e timidamente l’Integralismo Valducciano che – sic et simpliciter – mirava addirittura al divieto assoluto del Rinnovo della Patente agli «Over 80».


Il Parlamento, infatti, ha varato un Provvedimento in controtendenza se è vero com’è vero che – liberamente e autonomamente – gli Italiani non solo hanno confermato ma, addirittura, accentuato il progressivo crescente contenimento e degli Incidenti Stradali e dei loro tragici effetti.


Ad inequivocabile conferma di tale realtà positiva si riportano i dati degli Incidenti Stradali aggiornati al 2009 dalla già citata Fonte ufficiale: ACI e Istat.


Sempre, quindi, in epoca antecedente al “Codice Valducci” e sempre con particolare riferimento ai Conducenti Morti e Feriti. A quanti, di fatto, sono i “veri responsabili” degli Incidenti Stradali.


Dati aggiornati al 2009 che per ovvia opportunità anche in questa sede si riassumono in poche Tabelle ed in pochi Grafici.