Le Elezioni politiche, com’è noto, non sono mai prive di implicite ricadute organizzative  (e non solo) sul Sistema Salute. Specialmente quando le Coalizioni elettorali in lizza si contrappongono e ideologicamente e programmaticamente.

Tanto premesso appare ovvio che quanti operano, a qualsiasi titolo, in Campo Sanitario non possono non essere significativamente interessati all’Analisi dei Risultati elettorali.

Non possono cioè (se non colpevolmente) prescindere dai Dati statistici che emergono dall’Analisi anzidetta. Soprattutto quando – com’è accaduto con le Elezioni del 2008  – i Risultati indicano il ribaltamento del quadro politico e, pertanto, prefigurano la concreta possibilità di significativi mutamenti anche nella Politica per la Salute.

Camera:

 

Partiti                        Voti       %   Seggi


PDL                    13.629.069    37,4       276

LN                        3.024.756      8,3         60

MPA                        410.487      1,1           8

BERLUSCONI   17.064.314    46,8       344


PD                      12.092.969    33,2       217

IDV                       1.593.532      4,4         29

ALD *                                 –         –           1

VELTRONI        13.598.854     37,8       247

 

UDC (Casini)       2.050.309      5,6         36


SVP                               147       0,4           2


MAIE **                           –            –           1


                          TOTALE SEGGI         630


I dati statistici sopra riportati rappresentano sinteticamente ma chiaramente i risultati

delle Elezioni politiche 2008. Risultati che evidenziano una situazione per molti

inattesa; soprattutto in riferimento alla distribuzione dei Seggi del Senato.

Erano infatti molti i politologi (e non solo) convinti che la «Legge Elettorale Vigente» avrebbe riprodotto l’instabilità politica che ha caratterizzato la XV legislatura.

Instabilità che ha portato al pieno fallimento politico il Governo Prodi e allo scioglimento delle Camere dopo appena due anni dal loro insediamento.

Non occorre davvero evidenziare che la causa prima (e secondo molti l’unica) dell’anticipato scioglimento delle Camere è stata proprio la risicatissima maggioranza dell’Unione al Senato (2 Seggi soltanto).

Condizione politica che ha messo in gran rilievo un’anomalia tutta italiana: il determinante peso politico dei Senatori a Vita (vedi la pagina Senatori e Democrazia).

Fenomeno certamente corretto sotto il profilo giuridico e tuttavia (ed è proprio questa l’anomalia) manifestamente scorretto sotto il profilo politico.

Tanto premesso – alla luce dei risultati delle Elezioni politiche del 2008 – risulta chiaro ed evidente che  la tanto vituperata «Legge Elettorale Vigente» ha prodotto tre significativi dati di fatto solo qualche giorno prima ritenuti – dagli “esperti” – impossibili:


– primo, un Parlamento che può pienamente contare su una solida maggioranza non solo alla Camera (favorita, ovviamente, dal premio di maggioranza) ma anche al Senato dove, però, il premio di maggioranza non è previsto e dove, per tutta la XVI Legislatura, i Senatori a Vita torneranno a meritare correttamente ciò che la la Costituzione vuole: il riconoscimento dei loro «altissimi meriti nel campo sociale, scientifico, artistico e letterario»;


– secondo, la completa scomparsa dalle Aule del Parlamento della Sinistra del passato comunque configurata;


– terzo, la semplificazione della rappresentanza politica  (soltanto 6 Partiti contro i 32 della precedente Legislatura) ed il conseguente chiarimento dell’Attività Parlamentare.


Da questa pur sommaria «analisi statistica» dei risultati elettorali emerge netto e chiaro, tra l’altro, che si profila la possibile fiducia verso – finalmente – l’evoluzione in positivo della Politica italiana.

Come e quanto ciò sarà vero lo dimostreranno i fatti.

Fatti sui quali, per quel che contano, non mancheranno ovviamente le nostre riflessioni. 

Riflessioni che, non occorre dirlo, riguarderanno in particolare la Politica Sanitaria del Quinquennio: 2009/2013.


Donato MAGI

Elezioni Politiche & Salute

Risultati delle Elezioni Politiche 2008

* = Autonomia Libertà Democrazia

** = Movimento Associativo Italiani all'Estero

Senato:

 

Partiti                        Voti       %   Seggi


PDL                    12.510.306     38,2      144

LN                         2.642.166      8,1        25

MPA                        355.076       1,1          2

BERLUSCONI   15.507.548     47,3      171


PD                      11.042.326    33,7       118

IDV                       1.414 118      4,3         14

SVP                                 –         –              3

VELTRONI        13.598.854     37,8       135

 

UDC (Casini)       1.866.338      5,7           3


MAIE **                           –            –           1


V d’AO                            –            –           1 


                       TOTALE SEGGI             311

CAMERA

SENATO

BERLUSCONI 344

VELTRONI

247

UDC

36

ALTRI  3

BERLUSCONI 174

VELTRONI

134

UDC 3

Sen. a Vita 7

SVP  3 - V. AO 1

Camera: Seggi 630

Maggioranza + 58

Senato: Seggi 322

Maggioranza + 26

Parlamento 2008: Composizione Percentuale

Parlamento 2008: Distribuzione dei Seggi